Home AIR SHOWS 2019 MA Group: accordo la cinese Haite Group per creare una joint venture...

MA Group: accordo la cinese Haite Group per creare una joint venture nell’MRO

SHARE

(Trasporti-Italia.com) – Il Gruppo Magnaghi – Ma Group ha firmato a Parigi, nel coso del Salone di Le Bourget, un framework agreement con Haite Group, importante player con base a Chengdu, di cui fa parte la Sichuan Haite High-Tech Co., la più grande società privata cinese nel settore della manutenzione e dei servizi aeronautici. Il framework agreement costituisce la base per la successiva realizzazione di una joint venture per attività di MRO, manufacturing e R&D di carrelli d’atterraggio ed aerostrutture e componenti in materiale composito. In base all’accordo, la joint venture dovrebbe essere costituita entro ottobre prossimo, attivata entro l’estate del 2020 e rappresenterà per i due Gruppi l’unica piattaforma per lo sviluppo sul territorio cinese di business legati a carrelli d’atterraggio e componenti in composito. Le quote azionarie saranno al 51% di Haite Group e al 49% di MA Group.

L’agreement comprende anche la general aviation, con la concessione da parte di MA Group ad Haite Group di una licenza per assemblare e vendere in esclusiva la famiglia Sky Arrow – velivoli prodotti dalla Magnaghi Aeronautica S.p.A., società di MA Group – nelle versioni da lavoro aereo, training e volo sportivo. Particolarmente interessante sarà, inoltre, lo sviluppo congiunto dei velivoli Arrow 200 e Arrow 300, velivoli che puntano al ruolo di leadership nei rispettivi settori (training militare e cross country).

“Questo agreement – spiega Giorgio Iannotti, senior vice president MA Group – consentirà a MA Group di potenziare il proprio network di customer support, creando una Repair Station in grado di soddisfare i propri clienti, e di acquisirne altri, nell’area Cina ed Estremo Oriente, e di proporsi come partner dei progettisti e produttori di velivoli che operano sul territorio. La joint venture con Haite Group, leader continentale nella formazione, ci consentirà inoltre di aprire le porte della Cina a Sky Arrow, un velivolo estremamente duttile e adattabile a svariati utilizzi, in grado di imporsi in un mercato dalle enormi potenzialità come quello asiatico”.